Ascolta articolo
Tempo di lettura 2 Minuti

Non c’è ancora  intesa sull’aumento chiesto per il fondo della non autosufficienza, per il quale la richiesta del Comitato Sedici novembre, che rappresenta malati di Sla e altre patologie altamente invalidanti, è quella di arrivare a 700 milioni( attualmente e di 573 milioni di euro). È questo l’accordo raggiunto dopo la prima parte di un incontro di una delegazione di rappresentanti di disabili gravi e gravissimi con Vincenzo Zoccano, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con deleghe a Famiglia e Disabilità.
Subito dopo Pasqua sarà convocato il tavolo per la non autosufficienza, che porterà a lavorare a un piano specifico.
Come spiega Zoccano all’ANSA:
“Dopo Pasqua convocheremo subito il tavolo che ci permetterà di lavorare al piano e cambiare anche i criteri di riparto”- continua- “Il Piano è indispensabile, deve vedere i criteri di riparto, deve valutare una serie di parametri e sancire un monitoraggio serio che va fatto altrimenti non capiamo i bisogni. E soprattutto adesso stiamo aspettando dal Mef la risposta alla seconda richiesta, che è quella di portare il fondo a 700 milioni. Io mi auguro che il ministro possa dare una risposta entro pochissimo, che può voler dire anche in termini di ore, però non posso rispondere per il ministro Tria”. “Da persona con disabilità ho accolto nel merito tutte e due le richieste- aggiunge Zoccano- e dal punto di vista del metodo io devo ottemperare a ciò che posso fare. E cioè, tramite il ministro Di Maio che mi ha dato già mandato, convocare il tavolo, dopodiché la palla passa al Mef per la parte economica”. Intanto il Comitato 16 novembre, con la presidente Mariangela Lamanna, sottolinea “abbiamo fissato la convocazione del tavolo ma non ci muoviamo di qui: adesso risaliamo fino a che non ci diranno di quanto aumentano il fondo per la non autosufficienza. Ritorniamo sopra, abbiamo fatto solo metà del percorso”.

  Autismo, in arrivo l'app che servirà in  attività quotidiane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *