Ascolta articolo
Tempo di lettura 2 Minuti

Nella Legge di Bilancio 2019 c’è l’emandamento del M5S per introdurre l’esenzione dal canone Rai a favore dei possessori di Legge 104.

Un ritorno al passato ,più di 10 anni fa il canone Rai era esente per invalidi e disabili, l’esonero fu cancellato.

Ma non è ancora chiaro se l’emendamento sia stato bocciato oppure c’è qualche possibilità in futuro che venga riproposto.

Di sicuro  il contenuto è questo:

L’ emendamento in Legge di Bilancio, l’esenzione per i titolari di Legge 104  è questo:

L’emendamento, firmato dalle senatrici del Movimento Bianca Laura Granato e Agnese Gallicchio, prevede che, oltre ai soggetti già esenti dal pagamento della tassa, siano esonerati anche gli invalidi e le famiglie che hanno a carico una persona con handicap grave.

secondo il nuovo emendamento, chi è titolare di legge 104 o vive in un nucleo familiare che ha a carico un soggetto disabile, potrà usufruire dell’esenzione dal pagamento della tassa sulla tv.

Ricordiamo che:

Al momento, i soggetti esenti sono:

  • anziani over 75 il cui reddito annuale non supera gli 8.000 euro;
  • invalidi civili degenti in una casa di riposo;
  • militari delle Forze Armate italiane che risiedono in ospedali militari, Case del soldato o Sale convegno dei militari delle Forze Armate. Se il diretto interessato si trova, invece, in un appartamento privato situato all’interno di una struttura militare non potrà usufruire dell’esonero;
  • personale civile non residente in Italia, di cittadinanza non italiana appartenenti alle forze NATO situate in Italia;
  • agenti diplomatici e consolari;
  • rivenditori o negozi in cui vengono riparati televisori;
  • i detentori di apparecchi radio.
  Un unico permesso di circolazione su tutto il territorio nazionale per la mobilità delle persone con disabilità

Tra questi, ovviamente, c’è anche chi non possiede in casa un apparecchio televisivo. In questo caso, però, è fondamentale presentare l’apposita domanda per non vedersi addebitare l’importo del canone in bolletta. Il modulo da compilare è la dichiarazione di non detenzione di apparecchio televisivo reperibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate o della Rai. Ricordiamo che, attualmente, la quota del canone è di 90 euro ed è rateizzata in 10 importi annuali addebitati direttamente sulla bolletta dell’energia elettrica.

Se l’emendamento presentato in Commissione di Bilancio sarà approvato, i titolari di Legge 104 e le famiglie di cui uno o più membri sono invalidi potranno usufruire nuovamente dell’esenzione.

“A decorrere dall’anno 2019, sono altresì esenti dal pagamento del canone i soggetti con disabilità riconosciuta ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n.104, nonché i titolari di abbonamento nel cui nucleo familiare è presente un soggetto fiscalmente a carico con disabilità riconosciuta ai sensi dell’art. 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n.104. La richiesta di esenzione, unitamente al verbale di riconoscimento della grave disabilità, è inoltrata all’Agenzia delle Entrate, per mezzo di posta elettronica certificata, dalle associazioni di categoria che ne hanno la rappresentanza e la tutela.”

Questo è quanto si legge nell’emendamento: dal testo si può evincere che non tutti i titolari di Legge 104 potranno avere diritto all’esenzione, ma soltanto quelli portatori di un grave handicap.

Un pensiero su “Legge di Bilancio 2019: Esenzione disabili canone Rai 2019, per chi possiede la 104”
  1. un pai di anni fa al senato si era perlato di aiutare i cittadini che non potevano pagare sie il canone RAI e sie il bollo alla macchina di trasporto cioe all’auto, ed era : chi faceva meno di 15000 Euro all’anno , non pagava il bollo all’auto oppure il canone alla RAI , e chi faceva meno di 8000 mila Euro all’anno non pagave endrambi sia il bollo all’auto e sia il canone alla RAI, ma continiamo a pagare endrambi le cose le 2 tasse.
    Io sono un’invalido civile, con un reddito civile annuale di 3.468 Euro l’anno, tantissime volte non ho potuto fare la spesa e piu volte mi hanno chiususo il Gass ed l’Elettricita perche non ho pouto pagere ed degli amici mi hanno prestato i soldi per pagare che ancora devo finire di ristituire.
    E` vergognioso andare avanti in questo modo in questa vita; ma se il governo penzasse un po di piu a noi Italiani a chi veramente ha bisogno, forse riusciremo a vivere un pochino meglio, ma il governo Italiano non pensa alla povera gente Italiana a chi ha bisogna ma pensa aglli emmigrati delinguenti approfittatori stupratori ladri assassini che vengono dall’Africa e che per di piu ci chiamano razzisti e poi pensa a tutti gli emmigrati che gia si trovano in’Italia e a quelli che continuano a venire in’Italia da tutta l’est europa, questo e vergognoso, vergognoso evergognoso scandaloso ; io a volte vorrei morire.
    Ora ditemi voi come si vive in questi modi in questa vita con 3.468 Euro l’anno, ditemi voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *