Consegna modello ICRIC 2019: novità per persone che percepiscono accompagnamento e assegno mensile

Come tutti sappiamo per gli invalidi civili c’è l’obbligo, ogni anno, di presentare alcune autocertificazioni

riguardanti – a seconda dei casi  in cui un diversamente abile vive
– lo stato di ricovero e altre informazioni, al fine di consentire una verifica della permanenza delle condizioni che danno diritto ad alcune prestazioni.
Grazie a una convenzione stipulata a marzo dello scorso anno tra l’ INPS e il Ministero della Salute.

IL  MODELLO ICRIC

 – La dichiarazione che interessa il maggior numero di invalidi è quella riguardante eventuali ricoveri a titolo gratuito, effettuati nell’anno precedente.

Si tratta del Modello ICRIC (Invalidità Civile Ricovero).
Questo obbligo riguarda solo chi percepisce:
– indennità di accompagnamento
– Indennità di frequenza
– assegno mensile

COSA SIGNIFICA RICOVERO A TITOLO GRATUITO – Nel caso in cui, durante l’anno precedente, siamo stati ricoverati, è possibile che ci venga decurtata (in proporzione alla durata del ricovero stesso) una parte della provvidenza a cui abbiamo diritto. Ma ricoverati dove? E per quali cure? Il sito dell’INPS specifica che ci si riferisce a ricoveri di durata superiore a 29 giorni in strutture con oneri a carico del Servizio Sanitario Nazionale (SSN): in quei casi  si può avere la sospensione o la riduzione di alcune prestazioni erogate.

MODELLO ICRIC FREQUENZA – I minori titolari di indennità di accompagnamento e dell’indennità di frequenza devono presentare il modello ICRIC, per dichiarare eventuali periodi di ricovero o, in caso di minori di età compresa tra i 5 e i 16 anni, la frequenza scolastica obbligatoria o quella di centri ambulatoriali.
Per i minori tra i 5 e 16 anni si deve dichiarare:
– la cessazione della frequenza scolastica;
– il cambio di scuola rispetto all’anno scolastico precedente;
– il trasferimento ad altro istituto scolastico,
– il passaggio di grado di istruzione. In tal caso devono essere indicati i riferimenti del nuovo istituto scolastico (nome della scuola, indirizzo completo, codice fiscale o partita IVA, indirizzo di posta elettronica o PEC)

Oltre al modello ICRIC esistono anche altre autocertificazioni, ovvero:

MODELLO ACC. AS/PS – I titolari di pensione sociale devono presentare il Modello Accertamento dei requisiti per Assegno o Pensione Sociale (modello ACC. AS/PS) per dichiarare la residenza in Italia.
I titolari di assegno sociale devono presentare il modello ACC. AS/PS, per dichiarare la residenza in Italia ed eventuali ricoveri gratuiti.

IL MODELLO ICLAV – Il Modello Invalidità Civile Lavoro (modello ICLAV) è quello  per le dichiarazioni sullo svolgimento di attività lavorativa.

In caso di disabilità intellettiva o psichica e in assenza di un tutore/curatore non serve alcuna dichiarazione ma, ai sensi dell’articolo 1, comma 254, legge n. 662/1996, deve essere consegnato alla struttura territorialmente competente un certificato medico con l’indicazione delle patologie

LA NOVITA’ – Fino allo scorso anno il modello ICRIC doveva essere compilato online dagli interessati, anche attraverso i servizi gratuiti di assistenza alla compilazione e presentazione dei vari Caf. Solitamente la scadenza per la sua compilazione presentazione è il 31 marzo di ogni anno, anche se ogni anno è bene verificare, poiché talvolta la data viene posticipata.
Quest’anno, però, l’Istituto pensionistico non invierà la comunicazione ai destinatari di modelli ICRIC ricovero, in quanto i dati relativi ai ricoveri avvenuti nel 2017 verranno forniti direttamente dal Ministero della Salute all’INPS. La novità è frutto di una Convenzione INPS – Ministero della Salute stipulata l’08 marzo 2018.

Quindi, per la campagna Dichiarazioni di Responsabilità 2018, andranno compilati e trasmessi esclusivamente i seguenti modelli:

– ICRIC Frequenza per le informazioni relative alla frequenza di istituzione scolastica dei titolari delle prestazioni di indennità di frequenza;

– ICLAV per lo svolgimento di attività lavorativa per i titolari delle prestazioni di invalidità civile;

 ACC. AS/PS per la permanenza del requisito della residenza stabile e continuativa in Italia per i titolari di pensione sociale, assegno sociale e assegno sociale sostitutivo di invalidità civile.
La scadenza per questi modelli è il 31 marzo 2019.

I modelli ICRIC, ICRIC Frequenza e ACC. AS/PS per lo stato di ricovero dei titolari delle prestazioni di invalidità civile devono essere presentati con esclusivo riferimento alla Campagna Solleciti 2017 (per l’anno 2016), ovvero per coloro che avevano dimenticato di presentare il modello lo scorso anno.

Documento a cura dell’inca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *