Ascolta articolo
Tempo di lettura 2 Minuti

Il contrassegno di parcheggio per disabili e invalidi è un’agevolazione concessa ai portatori di handicap e/o invalidi con problemi di deambulazione e ai non vedenti. Si tratta di un tagliando che, dal 2012, è diventato di colore blu (in precedenza era arancione), in conformità con il nuovo standard europeo.

Il contrassegno ha validità di cinque anni, anche se l’invalidità è permanente. Alla scadenza potrà essere rinnovato. Può essere rilasciato anche a tempo determinato nel caso di invalidità temporanea del richiedente.

Il portatore di handicap e/o l’invalido che ha ottenuto il contrassegno per parcheggio ha diritto ad alcune deroghe al codice della strada senza rischio di subire multe: ad esempio, può parcheggiare in aree appositamente dedicate, può entrare anche in zone vietate alla generalità dei veicoli, ecc

Hanno diritto a ottenere il contrassegno per il parcheggio invalidi e disabili:

  • le persone con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta;
  • i non vedenti.

Per un periodo inferiore ai cinque anni, quindi a tempo determinato, può essere rilasciato anche a:

  • persone con temporanea riduzione della capacità di deambulazione a causa di infortunio o per altre cause patologiche;
  • o persone con totale assenza di ogni autonomia funzionale e con necessità di assistenza continua, per recarsi in luoghi di cura.

Il contrassegno per il parcheggio invalidi e disabili può essere utilizzato su più auto; non è necessario quindi che sia vincolato a una specifica vettura in quanto ha natura strettamente personale. Esso quindi può essere spostato di auto in auto, purché al suo interno vi sia il disabile, a prescindere dalla titolarità di una patente di guida o dalla proprietà di un veicolo. Non è necessario che il disabile si trovi alla guida, ben potendo essere semplicemente trasportato e accompagnato da altri soggetti (non necessariamente parenti). Non è possibile utilizzare il mezzo per chi si rechi a trovare il disabile, anche se questi è in condizioni di necessità.

  Picchiavano la figlia disabile, "Odio mia figlia, metto il veleno nel suo mangiare. La scimmia è un grosso problema".

Il contrassegno per parcheggio invalidi e disabili deve essere sempre esposto in originale, in modo ben visibile, sul parabrezza del veicolo. È vietato esporre la fotocopia.

muore del titolare, il contrassegno deve essere immediatamente restituito all’ufficio del Comune che lo ha rilasciato.

Lo stesso dicasi se il titolare perde i requisiti o in caso di scadenza della validità.

Come ottenere il rilascio del contrassegno:

La prima cosa che bisogna fare è farsi rilasciare, dall’Ufficio di Medicina legale dell’Azienda sanitaria locale di appartenenza, una certificazione medica che attesti la «capacità di deambulazione impedita o sensibilmente ridotta o la cecità totale».

Il successivo passo è quello di presentare una domanda, indirizzata al sindaco del Comune di residenza, allegando la predetta certificazione medica.

Nei casi di disabilitò e/o invalidità temporanea, in conseguenza di infortunio o per altre cause patologiche, la certificazione medica deve specificare il presumibile periodo di durata della invalidità del contrassegno. In tal caso il contrassegno viene rilasciato a tempo determinato anche per durate inferiori ai normali cinque anni di validità.

Per ottenere il rilascio del contrassegno definitivo non c’è bisogno di sostenere spese: si tratta infatti di un documento completamente gratuito. Sono previsti specifici versamenti solo nel caso del contrassegno temporaneo.

I tempi del rilascio possono variare da Comune a Comune.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *